• Home
  • Manutenzione affettatrice: come mantenerla sempre efficiente

Manutenzione affettatrice: come mantenerla sempre efficiente

Per ottenere il meglio dalla tua affettatrice devi sempre mantenerla in condizioni ottimali.

Per questo la manutenzione è un’operazione fondamentale.

Trattandosi di uno strumento che va a diretto contatto con gli alimenti, la pulizia è una questione fondamentale.

E come si effettua la manutenzione dell’affettatrice?

Non preoccuparti.

Ho scritto questo articolo giusto per spiegarti come pulire affettatrice e per fornirti altri utili consigli per mantenerla sempre efficiente e funzionante.

Se non sai ancora quale modello faccia al caso tuo, dai un’occhiata qui a come scegliere l’affettatrice.

Ma prima di andare avanti devo farti una raccomandazione molto importante.

Cioè?

Ti consiglio di pulire l’affettatrice almeno una volta al mese.

E la lama affettatrice invece?

Quella è la parte fondamentale di questo strumento.

Deve essere sempre in ottime condizioni.

Quindi per far sì che funzioni sempre al meglio ti suggerisco di pulirla immediatamente dopo ogni utilizzo.

Manutenzione affettatrice

Come pulire l affettatrice

Prima di passare alla manutenzione di questo strumento devi fare una cosa molto importante.

Assicurati che la presa dell’affettatrice sia tolta dalla corrente.

In questo modo eviterai spiacevoli incidenti.

Poi che altro bisogna fare?

Procurati un panno umido.

Ti servirà per pulire la parte esterna della lama.

Ma se vuoi fare le cose per bene, procurati anche un disinfettante (o uno sgrassatore).

Spruzzalo sulla parte esterna e lascialo agire per qualche minuto.

Quando ti renderai conto che la sostanza si sta assorbendo, prendi un panno umido e sciacqua più volte.

Per la pulizia affettatrice va bene qualsiasi panno?

Di solito sì, ma se vuoi effettuare un lavoro certosino, aiutati con un panno morbido.

Quante volte bisogna eseguire questa operazione?

Ogni volta che utilizzi questo elettrodomestico.

Così facendo lo manterrai sempre in ottimo stato e non si formeranno né germi né batteri.

Pulire nel dettaglio l’affettatrice

Oltre al procedimento che ti ho appena spiegato, c’è un altro metodo di pulizia più profondo.

Davvero?

Certo.

Di solito questa procedura viene effettuata una volta al mese.

Ti spiego come funziona.

Conclusa la pulizia generica con disinfettante e panno, prendi una bottiglia di alcool alimentare.

E se non ce l’hai a disposizione?

Nessun problema.

Va bene anche un altro tipo di alcool idoneo per le pulizie.

Poi cosa bisogna fare?

Devi smontare affettatrice separando tutte le componenti dell’apparecchio.

Così potrai effettuare la manutenzione di ogni componente nel dettaglio.

Poi cosa bisogna usare per pulire il tutto?

Un panno bagnato nell’alcol e passato sui pezzi dell’affettatrice è perfetto.

Conclusa questa operazione, asciuga tutto con un panno morbido.

E mi raccomando.

La parte finale di questa pulizia approfondita riguarda anche le componenti più piccole dell’affettatrice.

Come si puliscono?

Basta metterle in una bacinella con l’acqua ed aceto.

Lascia il tutto a mollo per 10 minuti.

In seguito asciuga tutto con un panno morbido.

Dopo aver finito tutto puoi ricomporre l’affettatrice.

Manutenzione dell’affettatrice

Voglio rivelarti qualche segreto per mantenere sempre al top questo strumento.

Per prima cosa assicurati che il cavo di alimentazione sia sempre in ottime condizioni e che non sia usurato.

Nel caso in cui invece sia danneggiato, ti suggerisco di inviarlo in assistenza.

Lì risolveranno il problema rapidamente.

La lama dell’affettatrice deve essere sempre in ottime condizioni.

Per questo motivo devi tenerla sotto controllo ed assicurarti che non sia troppo sottile.

Perché? Che succede se è sottile?

Non sarebbe più efficiente e non ti aiuterebbe a tagliare con precisione gli alimenti.

Lascia che mi spieghi meglio.

Nel caso in cui il diametro della lama fosse inferiore ai 10 millimetri, devi assolutamente sostituirla.

E tieni d’occhio anche la mole.

Perché?

Perché se l’affilatura affettatrice non risulta essere ottimale come in origine, dovrai necessariamente sostituirla.

E per quanto riguarda la cinghia ed i piedini c’è qualcosa da sapere?

Certo.

La cinghia non ha un ruolo primario e devi sostituirla solo se non funziona più.

Ma di solito dura all’incirca 4 o 5 anni.

Quest’aspetto varia in base al marchio che l’ha prodotta.

Mentre per quanto riguarda i piedini di questo strumento, devi assicurarti che siano sempre in ottime condizioni.

Per quale motivo?

Perché altrimenti correrai il rischio che l’elettrodomestico non sia più stabile e ciò può essere davvero pericoloso.

Poi ci sono le guide di scorrimento.

A che servono?

Quelle sono fondamentali durante l’operazione del taglio dei salumi.

Per questo motivo devi lubrificarle periodicamente.

Così saranno sempre al top.

Per concludere, voglio darti altri piccoli suggerimenti:

  • I cavi di alimentazione dell’affettatrice non devono essere assolutamente calpestati, per questo motivo assicurati di proteggerli o di ricoprirli in modo da ripararli da urti
  • Un’affettatrice per lavorare al meglio deve trovarsi in un ambiente con una temperatura pari a 6°C e non inferiore (altrimenti potrebbe non funzionare)
  • Non utilizzare l’affettatrice quando ci sono dei temporali perché questi potrebbero causare dei malfunzionamenti; spegnila e non utilizzarla con il maltempo
  • Metti questo elettrodomestico in un’area ventilata e lontana dalle pareti (meglio se questa distanza supera i 10 centimetri)
  • La superficie su cui deve essere sistemata deve essere dura e non morbida

Se seguirai queste indicazioni posso assicurarti che la tua affettatrice sarà sempre efficiente e durerà a lungo negli anni.