• Home
  • Come usare un’affettatrice

Come usare un’affettatrice

Devo ammetterlo.

Avere un’affettatrice in cucina è una gran bella comodità.

Da quando l’ho acquistata trascorro molto meno tempo in cucina.

Però devo anche dirti un’altra cosa.

Cioè?

C’è voluto un sacco di tempo prima di imparare ad utilizzarla correttamente.

Ma alla fine ho trovato il metodo ideale per usarla correttamente.

Oggi mi servo dell’affettatrice quasi ogni giorno.

E non voglio che tu perda tanto tempo per imparare il modo corretto per usare l’affettatrice.

Così ho scritto quest guida.

Quando avrai finito di leggerla, sarai in grado di sfruttare la tua nuova affettatrice senza alcun problema.

Potrai tagliare salumi, carni e formaggi vari in un batter d’occhio.

Sei pronto?

Cominciamo subito.

Come usare affettatrice

Leggi la guida illustrativa

La prima cosa da fare potrà sembrarti abbastanza scontata.

Devi leggere la guida illustrativa della tua affettatrice.

È davvero molto importante.

Perché?

Perché su questi fogli puoi leggere un sacco di informazioni dettagliate (e suggerimenti utili) per sfruttare al massimo questo strumento.

E poi i consigli che leggerai in questo articolo sono di natura generica e riguardano l’intero gruppo delle affettatrici domestiche.

Quindi mi raccomando.

Leggi con attenzione le istruzioni del prodotto.

Usa gli strumenti giusti

Ci sono due elementi che devi tenere a mente quando usi l’affettatrice.

Prudenza ed attenzione.

Sono 2 fattori fondamentali.

Ho scritto un articolo riguardante le migliori affettatrici elettriche, ma posso assicurarti una cosa.

Anche i prodotti classificati come top di gamma (e dotati delle migliori misure di sicurezza) se non utilizzate correttamente possono causare gravi danni.

Per questo motivo devi sempre fare attenzione.

E allora cosa puoi fare per stare al sicuro quando stai utilizzando l’affettatrice?

Puoi seguire diversi accorgimenti:

  • Indossa dei guanti spessi: in questo modo anche se ci saranno eventuali tagli, potranno comunque essere limitati (o neutralizzato) dalla loro presenza
  • Utilizza una pinzetta per prendere singolarmente le fette degli alimenti appena tagliati
  • Posiziona accanto all’affettatrice un piatto (o un vassoio) su cui poi andrai a mettere gli affettati

Con queste precauzioni potrai utilizzare l’affettatrice in tutta sicurezza.

Questo strumento diventerà un formidabile alleato nel taglio degli alimenti in cucina.

La prima volta che utilizzi l’affettatrice

Dopo l’acquisto della tua primissima affettatrice, ci sono alcuni particolari che devi tenere a mente.

Cioè?

Ora te li svelo tutti quanti:

  1. Per prima cosa assembla tutti i pezzi dell’affettatrice come indicato nelle istruzioni presenti nella confezione del prodotto
  2. Collega il macchinario alla presa elettrica ed assicurati che tutto sia connesso correttamente
  3. Posizionala in un punto comodo della tua cucina in modo tale da evitare pericolose cadute
  4. Metti l’alimento che vuoi tagliare sulla pedana del macchinario (dietro la lama) ed in seguito fai scivolare manualmente la lama da dietro in avanti
  5. Utilizza l’affettatrice con una presa molto salda in modo tale che la lama non sfugga durante il suo utilizzo

Scegli lo spessore che desideri

Uno degli aspetti migliori nel possedere un’affettatrice è il fatto che puoi personalizzare lo spessore del cibo che andrai a tagliare.

E come si fa?

Grazie ad una manovella.

Girando quest’ultima puoi selezionare lo spessore della fetta che andrai a tagliare dall’alimento.

Ed è utile?

Certo che sì.

Pensa quando devi affettare la carne.

Se hai bisogno di fare delle fette belle spesse, ti basterà soltanto ruotare la manovella e potrai ottenere dei tagli di carne come vuoi.

Ah, mi raccomando.

Quando utilizzi l’affettatrice per tagliare la carne, fai molta attenzione alla pelle presente.

Perché?

Perché questa può danneggiare e bloccare lo scorrimento della lama, rendendo il taglio molto difficile.

Se ti servono altri consigli, devi leggere l’articolo dedicato su come scegliere affettatrice, risolverà moltissimi tuoi dubbi.

Pulisci la macchina dopo ogni utilizzo

La manutenzione dell’affettatrice è un fattore fondamentale.

Cosa bisogna fare per mantenerla al meglio?

È molto semplice.

Dopo che hai finito di utilizzarla, pulisci con attenzione la lama da ogni residuo di alimento.

E per fare tutto correttamente dai anche un’occhiata al resto dello strumento, notando se sono rimasti dei rimasugli all’interno dell’affettatrice.

Se completerai le operazioni di manutenzione per bene, la tua affettatrice lavorerà in modo efficiente.

Questa è una piccola lista di consigli che puoi seguire subito dopo l’acquisto della tua primissima affettatrice.

Adesso lascia che ti riveli il principale pregio (ed il difetto) che riguardano il possedere un’affettatrice in casa.

Il vantaggio (e lo svantaggio) dell’affettatrice

Se passi molto tempo in cucina e tagli quotidianamente salumi e carni, devi assolutamente avere un accessorio come questo.

Piuttosto che acquistare un set di coltelli diversi – che poi per essere lavati e tenuti sempre affilati e funzionali richiede un sacco di tempo – puoi eliminare il problema alla radice prendendo un’affettatrice.

Con questo strumento poi otterrai risultati eccezionali e migliori di quelli offerti da coltelli da taglio.

E qual è il principale difetto dell’affettatrice’

Come ti ho già detto prima, l’affettatrice è uno strumento pericoloso.

Senza le dovute precauzioni può causare gravi danni.

Quale affettatrice fa al caso tuo?

Dipende tutto dall’utilizzo che ne devi fare.

Che significa?

È molto semplice:

  • Se vuoi usarla dentro casa acquista un’affettatrice domestica piccola, con una lama scorrevole, facile da montare e con dimensioni ridotte. Di solito questi strumenti sono costruiti totalmente in plastica
  • Se vuoi usarla per lavoro (in un negozio, ad esempio) acquista un’affettatrice elettrica professionale, caratterizzata da materiali robusti, carrello scorrevole e con funzioni avanzate. Molti dei prodotti appartenenti a questo settore sono in acciaio inossidabile

Qual è la differenza tra l’affettatrice domestica e quella professionale?

Quest’ultima ha bisogno di maggiore cura ed attenzione.

In che senso?

Per esempio la lama deve essere sempre pulita ed affilata.

In questo modo non rallenterà mai durante il suo lavoro (anche se deve tagliare moltissimo cibo quotidianamente).

L’altra differenza riguarda la potenza.

L’affettatrice da lavoro è decisamente più potente.

Per questo è in grado di tagliare degli affettati spessissimi, formaggi stagionati e carne più resistente.